Roma, scoperta una caserma del II secolo nella metro C

La notizia non è di oggi ma è bene ricordare la scoperta della caserma romana del II sec., qui alloggiavano le cavallerie dell’imperatore che andavano ad allenarsi nel vicino campo di Marte (attuale piazza San Giovanni). 

Sono i «castra» di Amba Aradam, i resti di caserme romane rinvenute all’interno dei lavori della stazione di Ipponio della linea metro C, attualmente in fase di costruzione. I resti delle caserme romane, 9 metri sottoterra, scorrono lungo tutta la lunghezza della futura stazione, sono 39 ambienti quadrangolari, delimitati da corridoi paralleli. Sono strutture imponenti, «non si scoprono tutti i giorni caserme imperiali», spiega l’archeologa Rossella Rea che raccontano un parte della vita in epoca adrianea, «le milizie di servizio alle istituzioni e alla città». C’è un affresco che ha conservato il suo colore rosso pompeiano, nonostante i duemila anni di vita, un mosaico che alterna cerchi bianchi a quadrati neri, poi c’è un mosaico a fiori accanto ad un vaso antico. E al centro c’è un ossario del V secolo D. C., con i resti di dodici persone.  Le caserme furono abbattute per favorire la costruzione delle mura Aureliane, tra il 271 ed il 275 e poi interrate.

 

Storia di Roma antica, del Mediterraneo antico e del vicino Oriente antico - caserma romana nella metro C

Storia di Roma antica, del...
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial